1. Home
  2. Meic nazionale
  3. A Trieste la tavola rotonda per una “Camaldoli europea” – Il video

A Trieste la tavola rotonda per una “Camaldoli europea” – Il video

0

Il Codice di Camaldoli è un documento di straordinaria importanza nella storia del nostro Paese, testimoniando il grande contributo offerto dal cattolicesimo democratico per la sua rinascita, dopo il tragico epilogo della seconda guerra mondiale. Nel Codice di Camaldoli, infatti, vennero fissati i principi che, alla luce della dottrina sociale della Chiesa, sono chiamati a reggere l’ordinamento della comunità civile, orientando e plasmando le relazioni tra società civile, sistema economico e sfera politico-istituzionale. Tali grandi opzioni di principio guidarono la partecipazione dei costituenti democratico-cristiani nella formazione della Carta costituzionale repubblicana, ed ispirarono alcune delle più lungimiranti scelte politiche del dopoguerra. 

Di questo, con una prospettiva tanto futura quanto europea, si è parlato nella tavola rotonda “Verso una Camaldoli europea”, che si è svolta – in presenza e in streaming – sabato 6 luglio presso la Casa della Musica, a Trieste.

Sono intervenuti Luigi D’Andrea, professore Ordinario di Diritto costituzionale presso l’Università di Messina e Presidente nazionale del MEIC; Renato Balduzzi, professore Ordinario di Diritto costituzionale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore ed ex Presidente nazionale del MEIC; Donatella M. Viola, docente di Politica internazionale e Unione europea presso l’Università della Calabria  e Giuseppe Lorizio, teologo.

«Riteniamo necessario nel presente contesto – scrivono gli organizzatori – proiettare tali principi nell’ambito dello spazio costituzionale europeo, promuovendo e qualificando ulteriori tappe del processo di integrazione nel nostro Continente».

Il video dell’incontro