Home Meic nazionale CAMALDOLI 2021 Tutto pronto per la Settimana teologica: il programma aggiornato
0

CAMALDOLI 2021 Tutto pronto per la Settimana teologica: il programma aggiornato

0

“Ospitalità. Un valore per la Chiesa e per la Polis”: è questo il titolo della Settimana teologica del Meic che, dopo l’edizione online della scorsa estate, torna nel suo tradizionale scenario del Monastero di Camaldoli (AR) da lunedì 23 a venerdì 27 agosto. E il tema scelto suona come ancora più urgente mentre siamo davanti al disastro umanitario dell’Afghanistan e ai tentennamenti della comunità internazionale rispetto all’accoglienza dei civili in fuga dal regime talebano appena restaurato. Insieme a circa un centinaio di partecipanti da tutta Italia, il Meic rifletterà sull’invito di Papa Francesco a “pensare e generare un mondo aperto” a partire dall’ospitalità che, come insegna “Fratelli tutti”, per i cristiani è “un sacro dovere”, “un modo concreto di non privarsi di questa sfida e di questo dono che è l’incontro con l’umanità”.

La Settimana prenderà il via nella serata di lunedì 23 agosto con la presentazione a cura del presidente nazionale Luigi D’Andrea e dell’assistente don Giovanni Soligo, entrambi alla prima iniziativa nazionale del loro mandato cominciato da poche settimane. Martedì 24 il tema sarà affrontato sotto il profilo teologico e filosofico da padre Gian Carlo Lapic, religioso dei Fatebenefratelli, e da Bruna Giacomini, docente di Storia della filosofia all’Università di Padova. Mercoledì 25 toccherà al monaco camaldolese Matteo Ferrari approfondire la dimensione biblica dell’ospitalità, mentre giovedì 26 interverranno sul fronte pastorale e sociale l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice e il sociologo Roberto Cipriani. La Settimana si chiuderà venerdì 27 con una tavola rotonda finale: a confrontarsi saranno Riccardo Di Segni, rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, Yahya Pallavicini, imam della moschea al-Wahid di Milano e vicepresidente della Comunità religiosa islamica italiana, e Carmine Di Sante, teologo, a lungo animatore del Service International de Documentation Judéo-Chrétienne.