Home Meic nazionale In ascolto del “grido della terra, dei poveri e dei sofferenti”: torna il Convegno Bachelet
0

In ascolto del “grido della terra, dei poveri e dei sofferenti”: torna il Convegno Bachelet

0

C’è tempo fino al prossimo 11 febbraio per iscriversi al XLI Convegno Bachelet, che si svolgerà quest’anno in modalità webinar: compilando il modulo di iscrizione entro il termine previsto si riceveranno i dati per la partecipazione attiva all’evento.

Anche se a distanza si è ritenuto comunque importante mantenere questa decennale tradizione. Sabato 13 febbraio dalle 10 alle 13 spazio dunque  a un confronto a più voci su un tema che intreccia due momenti importanti del magistero recente di papa Francesco e racchiusi nelle encicliche Laudato si’ Fratelli tutti. Il titolo di questo XLI Convegno è infatti: Il grido della terra e il grido dei poveri e dei sofferenti ci interpellano. Il cammino della fraternità e dell’amicizia sociale. L’esigenza di una ecologia integrale e di una rinnovata fraternità saranno riletti entro l’attuale contesto e grazie al contributo del gesuita Francesco Occhetta si cercherà di vedere quali possano essere dei percorsi di speranza in questo tempo difficile, che mette a dura prova le relazioni e la possibilità di sentirsi davvero fratelli e non ripiegati nelle proprie case e nelle proprie preoccupazioni.

L’immagine del Samaritano, che accompagna le riflessioni del papa, sarà la chiave per rileggere la dimensione economica, politica e sociale. Con gli interventi di Rosy Bindi, Lorenzo CaselliLuigi Fusco Girard e Nadia Matarazzo si cercherà di intuire quali percorsi di prossimità siano possibili in questi ambiti tutti così colpiti dalla situazione pandemica. Modera i lavori Gian Candido De Martin, presidente del Consiglio scientifico dell’Istituto “V. Bachelet. Le conclusioni sono affidate a Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Azione cattolica italiana.

Il Convegno sarà anche l’occasione per fare memoria di Vittorio Bachelet, a cui si unirà il ricordo di due cari professori che per tanti anni hanno fatto parte del Consiglio scientifico dell’Istituto “V. Bachelet”, e che ci hanno lasciato nei mesi scorsi: il prof. Giuseppe Dalla Torre, già Presidente del Consiglio scientifico, e il prof. Mario Brutti.