Home Meic nazionale Laudato si’, Elia: Papa Francesco portavoce dell’umanità, i potenti ascoltino il suo grido

Laudato si’, Elia: Papa Francesco portavoce dell’umanità, i potenti ascoltino il suo grido

0

18 Giugno 2015

“E’ arrivato il momento di ascoltare ‘tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri’, come scrive nella sua coraggiosa enciclica papa Francesco”. Questo il commento del presidente del Meic, Beppe Elia, dopo la presentazione ufficiale della “Laudato sì”.

“Guai a ridurre l’enciclica a un semplice elenco di buone prassi per la salvaguardia del creato”, continua Elia. “La ‘Laudato sì’ contiene una critica durissima al modello di sviluppo dominante, alla cultura dello scarto e ai meccanismi di profonda ingiustizia sociale che stanno alla base del sistema di distribuzione delle risorse, specialmente di quelle alimentari. Quello del papa è un monito severo rivolto a chi detiene più potere e più responsabilità verso il bene comune: c’è un’umanità che ha fame e sete di giustizia e di diritti, e Francesco oggi ne è il portavoce più autorevole”.

“Per una significativa coincidenza”, spiega il presidente del movimento degli intellettuali cattolici, “da domani a domenica il Meic sarà a Milano per animare un convegno dal titolo ‘Fame e sazietà. Il cibo e le sfide della giustizia’, attraverso il quale desideriamo rispondere all’appello del papa. Expo 2015 è in pieno svolgimento ma sono ancora troppo pochi i riflettori puntati sulle storture dei modelli economici e produttivi incapaci di assicurare a tutti il necessario per vivere. Vogliamo accenderne un altro, per trovare insieme strade praticabili per quello che il papa definisce ‘sviluppo sostenibile e integrale della famiglia umana’”.

Il convegno del Meic prenderà il via domani pomeriggio a Triuggio (MB), presso la Villa Sacro Cuore, con gli interventi del vescovo ausiliare di Milano monsignor Pierantonio Tremolada e del teologo don Silvio Barbaglia. Sabato invece il convegno si trasferirà a Milano, all’Università Cattolica: dopo i saluti dell’assistente dell’ateneo, monsignor Claudio Giuliodori, e del professor Francesco Botturi del comitato scientifico di ExpoLab, interverranno monsignor Mario Toso, vescovo di Faenza-Modigliana e già segretario del Pontificio consiglio Giustizia e pace, e l’economista Filippo Pizzolato. Domenica la tre giorni si concluderà di nuovo a Triuggio con un’assemblea dei gruppi Meic.